Officina Pasolini #Teatro presenta “Chantecler” di Rostand a cura di Armando Pugliese (4-5 marzo)

Officina Pasolini #Teatro presenta “Chantecler” di Rostand a cura di Armando Pugliese (4-5 marzo)

Officina Pasolini #Teatro
“CHANTECLER”
di Edmond Rostand
a cura di Armando Pugliese

Sabato 4 marzo (h. 17.00) e domenica 5 marzo (h. 21.00) la sezione #Teatro di Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini – HUB Culturale porterà in scena al Teatro Eduardo de Filippo – Officina Pasolini, Viale del Ministero degli affari Esteri : “Chantecler”

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

REGIA Armando Pugliese
COSTUMI Silvia Polidori
MUSICHE Enzo Gragnaniello
COREOGRAFIE Fabrizio Angelini
LIGHT DESIGNER Umile Vainieri
MUSICISTI Francesco Anselmo (Chitarra e percussioni), Paola Bivona (ukulele e kazoo), Salvo Corallo (chitarra e voce), Giulia Olivari (chitarra e voce)
DRAMMATURGIA MUSICALE Paolo Coletta
DIREZIONE TECNICA Camillo Grassi
LUCI E FONICA Javier Delle Monache
AIUTO COSTUMISTA Camilla Grappelli
LABORATORIO MASCHERE Emanuela Velardo

Si ringrazia la sartoria Farani di Roma per i costumi

CAST
Nicolò Ausili, Maria Lucia Bianchi, Ludovica Bove, Giorgia Catania, Andrea Colangelo, Paloma Dionisi, Maria Luisa Fravili, Anna Manella, Emanuele Marchetti, Andrea Monno, Pierfrancesco Nacca, Adriano Paris, Simone Ranalli, Deialnira Russo, Sara Scotto Di Luzio, Fabrizio Scuderi, Gabriele Sorrentino, Giovanni Tacchella, Giorgio Volpe, Samanta Volpe

Nel mese di marzo Officina Pasolini dedica alcuni incontri al tema della produzione artistica indipendente. Il primo appuntamento è quello con Chantecler, uno dei progetti più ambiziosi di Edmond Rostand, che, nell’adattamento e traduzione di Enzo Moscato, sarà portato in scena dalla sezione Teatro sotto la guida di Armando Pugliese, il primo regista a mettere in scena questo spettacolo in Italia nel 2007. Gli attori si cimenteranno con un testo complesso, di grande forza espressiva, che ha per protagonisti gli animali e che, attraverso una poesia comica e violenta, affronta in forma simbolica i problemi della vita sociale e le questioni del destino umano. Chantecler prenderà vita in un teatro completamente destrutturato, dove lo spazio sarà elemento fondamentale della rappresentazione e dove gli attori saranno chiamati ad interpretare personaggi non umani, lavorando quindi al massimo sul distanziamento dalla propria individualità. I giovani attori della Sezione Teatro indosseranno gli abiti della storica Sartoria Farani già utilizzati nella messa in scena di Armando Pugliese del 2007. Le musiche sono di Enzo Gragnaniello, dirette da Paolo Coletta. Le maschere sono state create nel corso di un laboratorio organizzato da Officina Pasolini, condotto da Silvia Polidori, Manuela Velardi e Camilla Grappelli, mentre i movimenti coreografici sono stati curati da Fabrizio Angelini.