PROROGA Bando per la selezione di 15 Partecipanti – Sezione Multimediale

Si comunica che per favorire una maggiore  partecipazione degli interessati alla selezione relativa al progetto FSE Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini – Sezione Multimediale, si è provveduto a prorogare fino alle ore 12.00 del 23 settembre 2019 i termini per la presentazione delle domande, secondo la procedura stabilita dall’avviso approvato con DD 2518 del 30/08/2019. ********************************************************************************************** Il progetto di Alta formazione “Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini: Canzone, Teatro, Multimediale” (d’ora in poi CTM) affidato dalla Regione Lazio a DiSCo (Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio) nell’ambito del POR-FSE Lazio 20014-2020 prevede un sistema integrato di Azioni formative (fase di aula ed esercitazioni pratiche) e Azioni non formative (seminari e laboratori sperimentali, attività di gestione, attività individuali formativo- esperenziali) finalizzate alla formazione di figure professionali immediatamente spendibili nel contesto lavorativo di riferimento: canzone, teatro e multimediale. Per il corso Multimediale l’amministrazione ha previsto al termine del secondo anno di laboratorio l’inserimento di n.15 partecipanti che avranno l’opportunità di frequentare in modo obbligatorio il corso Multimediale previo superamento di due distinte fasi di selezione così come specificate a seguire all’interno del paragrafo “Valutazione dei candidati”. La selezione consentirà l’ingresso alla terza annualità del corso multimediale ai partecipanti che dimostreranno di avere il medesimo livello in quanto a competenze e capacità, rispetto a coloro che hanno già seguito il biennio, ciò per evitare disparità tra tutti i discenti. Al termine del triennio sarà rilasciato un attestato di qualifica professionale regionale di Videomaker, previo superamento di un esame finale. La partecipazione al corso è gratuita. Per leggere e scaricare il bando clicca...

Bando per la selezione di 15 Partecipanti – Sezione Multimediale

Il progetto di Alta formazione “Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini: Canzone, Teatro, Multimediale” (d’ora in poi CTM) affidato dalla Regione Lazio a DiSCo (Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio) nell’ambito del POR-FSE Lazio 20014-2020 prevede un sistema integrato di Azioni formative (fase di aula ed esercitazioni pratiche) e Azioni non formative (seminari e laboratori sperimentali, attività di gestione, attività individuali formativo- esperenziali) finalizzate alla formazione di figure professionali immediatamente spendibili nel contesto lavorativo di riferimento: canzone, teatro e multimediale. Per il corso Multimediale l’amministrazione ha previsto al termine del secondo anno di laboratorio l’inserimento di n.15 partecipanti che avranno l’opportunità di frequentare in modo obbligatorio il corso Multimediale previo superamento di due distinte fasi di selezione così come specificate a seguire all’interno del paragrafo “Valutazione dei candidati”. La selezione consentirà l’ingresso alla terza annualità del corso multimediale ai partecipanti che dimostreranno di avere il medesimo livello in quanto a competenze e capacità, rispetto a coloro che hanno già seguito il biennio, ciò per evitare disparità tra tutti i discenti. Al termine del triennio sarà rilasciato un attestato di qualifica professionale regionale di Videomaker, previo superamento di un esame finale. La partecipazione al corso è gratuita. Per leggere e scaricare il bando clicca qui   ...

Bando di selezione al corso “Playing with Hamlet”

Il progetto prende le mosse da una delle tecniche teatrali più antiche – l’improvvisazione – e dai giochi di ruolo per un gruppo di giocatori che assumono la parte dei personaggi principali dell’Amleto shakespeariano. Parte centrale sarà il gioco di ruolo «On stage» ispirato all’Amleto e creato da Luca Giuliano per giocatori non professionisti. Partendo dalla conoscenza analitica del testo si fornirà ai partecipanti – questa volta attori professionisti – la possibilità di operare sia sulla drammaturgia sia sulla interpretazione, cercando di scoprire inedite prospettive interpretative per i personaggi principali caratterizzati da varianti caratteriali e comportamentali. Il workshop intende offrire ai partecipanti una serie di spunti (conoscitivi e tecnici) che a partire da una trama rappresentativa della complessità dell’animo umano, l’«Amleto» appunto, aprano a nuove prospettive di interazione con gli spettatori dilatando la funzione di regista e attore a quella di narratore e fabulatore. Il percorso progettuale sarà seguito da Piero Maccarinelli, regista teatrale, Luca Giuliano, autore di giochi di ruolo, e Carlo Longo, drammaturgo. Il bando è aperto alle iscrizioni da lunedì 10 giugno 2019 a lunedì 1° luglio 2019 compresi. Bando di selezione al corso Playing with Hamlet Scarica il modulo di ammissione Visita il sito per ulteriori...

Si è concluso il primo anno del triennio di Officina Pasolini

È terminato il primo anno del triennio laboratoriale di Officina Pasolini. Le tre sezioni hanno chiuso ufficialmente il percorso formativo proponendo al pubblico dell’HUB culturale tre serate dedicate rispettivamente al Teatro, al Multimediale, alla Canzone. Il 25 e 26 maggio è andato in scena Lighea, spettacolo teatrale diretto da Massimo Venturiello, adattamento dell’omonimo racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Una pièce teatrale sospesa tra fiaba e realtà, che mescola con efficacia carnalità e spiritualità, una storia d’amore e un’avventura sensuale e fantastica fra un uomo e una sirena, a cui i giovani artisti di teatro hanno dato forma attraverso una messa in scena minimale, completamente volta a valorizzare la potenza della narrazione. “Ho scelto questo testo – spiega Massimo Venturiello, coordinatore di sezione – perché aveva le caratteristiche giuste per il tipo di lavoro che ho impostato per questo primo anno, un lavoro che precede quello di ‘travestimento’ dell’attore e che ha obbligato i ragazzi ad esercitarsi sulla narrazione. Inoltre, essendo questo uno spettacolo a più voci, gli attori hanno lavorato anche sull’ascolto, altro elemento fondamentale per chi vuole fare questo mestiere. Il prossimo anno, invece, il gruppo avrà modo di misurarsi con l’interpretazione, anche perché l’ultimo anno di laboratorio sarà tutto dedicato alla preparazione di spettacoli. Ne faremo almeno tre, affrontando ovviamente tre tipi di regie molto diverse l’una dall’altra”. Il 14 giugno a calcare il palco di Officina sono stati invece gli studenti del Multimediale, con Stage back…, una presentazione dei lavori svolti durante l’anno che ha visto protagonisti anche il coordinatore di sezione Simona Banchi e il critico cinematografico Steve Della Casa. Presentazione in cui si...
X