PROROGA Bando per la selezione di 15 Partecipanti – Sezione Multimediale

Si comunica che per favorire una maggiore  partecipazione degli interessati alla selezione relativa al progetto FSE Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini – Sezione Multimediale, si è provveduto a prorogare fino alle ore 12.00 del 23 settembre 2019 i termini per la presentazione delle domande, secondo la procedura stabilita dall’avviso approvato con DD 2518 del 30/08/2019. ********************************************************************************************** Il progetto di Alta formazione “Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini: Canzone, Teatro, Multimediale” (d’ora in poi CTM) affidato dalla Regione Lazio a DiSCo (Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio) nell’ambito del POR-FSE Lazio 20014-2020 prevede un sistema integrato di Azioni formative (fase di aula ed esercitazioni pratiche) e Azioni non formative (seminari e laboratori sperimentali, attività di gestione, attività individuali formativo- esperenziali) finalizzate alla formazione di figure professionali immediatamente spendibili nel contesto lavorativo di riferimento: canzone, teatro e multimediale. Per il corso Multimediale l’amministrazione ha previsto al termine del secondo anno di laboratorio l’inserimento di n.15 partecipanti che avranno l’opportunità di frequentare in modo obbligatorio il corso Multimediale previo superamento di due distinte fasi di selezione così come specificate a seguire all’interno del paragrafo “Valutazione dei candidati”. La selezione consentirà l’ingresso alla terza annualità del corso multimediale ai partecipanti che dimostreranno di avere il medesimo livello in quanto a competenze e capacità, rispetto a coloro che hanno già seguito il biennio, ciò per evitare disparità tra tutti i discenti. Al termine del triennio sarà rilasciato un attestato di qualifica professionale regionale di Videomaker, previo superamento di un esame finale. La partecipazione al corso è gratuita. Per leggere e scaricare il bando clicca...

Bando per la selezione di 15 Partecipanti – Sezione Multimediale

Il progetto di Alta formazione “Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini: Canzone, Teatro, Multimediale” (d’ora in poi CTM) affidato dalla Regione Lazio a DiSCo (Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio) nell’ambito del POR-FSE Lazio 20014-2020 prevede un sistema integrato di Azioni formative (fase di aula ed esercitazioni pratiche) e Azioni non formative (seminari e laboratori sperimentali, attività di gestione, attività individuali formativo- esperenziali) finalizzate alla formazione di figure professionali immediatamente spendibili nel contesto lavorativo di riferimento: canzone, teatro e multimediale. Per il corso Multimediale l’amministrazione ha previsto al termine del secondo anno di laboratorio l’inserimento di n.15 partecipanti che avranno l’opportunità di frequentare in modo obbligatorio il corso Multimediale previo superamento di due distinte fasi di selezione così come specificate a seguire all’interno del paragrafo “Valutazione dei candidati”. La selezione consentirà l’ingresso alla terza annualità del corso multimediale ai partecipanti che dimostreranno di avere il medesimo livello in quanto a competenze e capacità, rispetto a coloro che hanno già seguito il biennio, ciò per evitare disparità tra tutti i discenti. Al termine del triennio sarà rilasciato un attestato di qualifica professionale regionale di Videomaker, previo superamento di un esame finale. La partecipazione al corso è gratuita. Per leggere e scaricare il bando clicca qui   ...

Bando di selezione al corso “Playing with Hamlet”

Il progetto prende le mosse da una delle tecniche teatrali più antiche – l’improvvisazione – e dai giochi di ruolo per un gruppo di giocatori che assumono la parte dei personaggi principali dell’Amleto shakespeariano. Parte centrale sarà il gioco di ruolo «On stage» ispirato all’Amleto e creato da Luca Giuliano per giocatori non professionisti. Partendo dalla conoscenza analitica del testo si fornirà ai partecipanti – questa volta attori professionisti – la possibilità di operare sia sulla drammaturgia sia sulla interpretazione, cercando di scoprire inedite prospettive interpretative per i personaggi principali caratterizzati da varianti caratteriali e comportamentali. Il workshop intende offrire ai partecipanti una serie di spunti (conoscitivi e tecnici) che a partire da una trama rappresentativa della complessità dell’animo umano, l’«Amleto» appunto, aprano a nuove prospettive di interazione con gli spettatori dilatando la funzione di regista e attore a quella di narratore e fabulatore. Il percorso progettuale sarà seguito da Piero Maccarinelli, regista teatrale, Luca Giuliano, autore di giochi di ruolo, e Carlo Longo, drammaturgo. Il bando è aperto alle iscrizioni da lunedì 10 giugno 2019 a lunedì 1° luglio 2019 compresi. Bando di selezione al corso Playing with Hamlet Scarica il modulo di ammissione Visita il sito per ulteriori...

“Il gioco della sorte” in cinquina al Premio Tenco – intervista a Francesco Anselmo

C’è chi crede che nella vita ci sia un destino predeterminato, che le nostre esistenze si collochino all’interno di un percorso ben preciso, in cui la scelta individuale è solo un’apparenza. C’è chi invece crede nel mescolarsi delle cose, nel potere del caso, ma anche in quello dell’uomo, guardando al destino come a una partita a carte non sempre scoperte e dall’esito per niente scontato, in cui tutto si decide all’ultimo minuto. Una visione del mondo, questa, che prende perfettamente corpo ne Il gioco della sorte, primo album di Francesco Anselmo, giovane cantautore siciliano, classe 1991, che si racconta attraverso un universo popolato di simboli, in cui il futuro si mescola ad un passato antico. Un disco che parla dell’uomo, del senso della sua esperienza, ieri come oggi. La scrittura si rifà alla canzone classica d’autore ma la musica attinge dal folk, dal rock, dallo ska, dai ritmi balcanici e latini, arrivando a un sound del tutto originale, espressione di un universo costantemente sospeso tra realtà e immaginazione. Francesco Anselmo, che si è diplomato lo scorso anno a Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, grazie a questo primo disco si è ritrovato candidato per la cinquina finale, categoria opere prime, al prestigioso Premio Tenco, il principale riconoscimento per i cantautori italiani, assegnato dal 1984 ai migliori dischi di canzone d’autore usciti in nel corso dell’anno. Francesco, ti è arrivata una candidatura importante come il Premio Tenco. Ti aspettavi questo interesse, questa accoglienza? Come hai reagito alla notizia? No, è stato tutto improvviso e inaspettato. Quando mi trovavo in studio a produrre questo mio primo disco ero concentratissimo, pensavo solo...

Rassegna Officina Pasolini Hub culturale – giugno

5 giugno – Leggo  7 giugno – La Repubblica 8 giugno – La Repubblica  10 giugno – Corriere della Sera  15 giugno – La Repubblica    Rassegna Web: 4 giugno – 06 Live 5 giugno – L’Opinionista  5 giugno – The Music Way Magazine  7 giugno – Oggi Roma 7 giugno – Cultural News  15 giugno – Oggi...
X